A Fano contro l’Eta Beta, Campello senza freni!

Sabato 09 novembre 2019. Ore 16.00 Circolo Tennis Trave di Fano

ETA BETA – CAMPELLO MOTORS CDMESTRE: 1-6 (p.t. 0-2)

ETA BETA: Colombati, Tomassini, Copparoni, Giuliani, Montalbini, Ettaj, Montesi, Alunni, Mazzoli, Lourencete, Tonelli, Bacciaglia. Allenatore: Mariotti

CAMPELLO MOTORS CDMESTRE: Villano, Tiozzo, Bordignon, Biancato, Marciano Aalders, Stocco, Zanardo, Vettore, Crescenzo, Forin, Marinio Aalders, Bari. Allenatore: Candeo

Arbitri: Minardi di Cosenza, Paverani di Roma, crono Cursi di Jesi

RETI: P.t.: 7’ Marinio, 18’39” Digao. S.t.: 1’54” Giuliani (aut.), 11’24” Crescenzo, 14’15” Tiozzo, 14’28” Ettaj, 15’53” Marinio

NOTE: Ammoniti: Vettore, Giuliani, Ettaj, Bordignon. Espulsi per doppia ammonizione Giuliani al 5’59” s.t. e Vettore al 9’16” s.t.

Mestre. E sono sei. Sei vittorie consecutive, unica squadra imbattuta, e primato solitario mantenuto. Con un’altra prestazione maiuscola, con le reti messe a segno che salgono a 32 in sei turni e solo 11 subite.

Anche stavolta poi ampie rotazioni che portano in campo anche il giovanissimo Bari, quindi, mister Candeo pronto a sfruttare tutte le potenzialità della rosa messa a disposizione dalla società.

Senza Biancato e Camilla ancora indisponibili ma comunque partiti per la trasferta di Fano, gli arancioneri contro un Eta Beta comunque nelle zone alte della classifica, hanno sempre in mano la partita, prima chiudendo il primo parziale su un confortante 2-0, poi andando ancora meglio nella ripresa.

Adesso si torna al Franchetti la settimana prossima contro il Faventia, prima di affrontare tre trasferte consecutive.

Per ora però non vogliamo aggiungere altro, anche perché sarebbe troppo, e comunque è la squadra che sta parlando sul campo, più chiaro di così…

Cronaca. Il primo parziale è sostanzialmente equilibrato con il Campello che prima di passare in vantaggio al 7’ con Marinio ha due buone occasioni con lo stesso pivot orange. Dopo essere andati sotto i padroni di casa provano a reagire ma trovano un ottimo Tiozzo sulla loro strada. Si prosegue nel segno dell’equilibrio e ci vuole la prodezza di Digao al 18’39” con una conclusione imparabile nel sette per allungare sul 2-0 su cui si chiudono i primi 20’.

Al rientro sul terreno di gioco Giuliani prosegue nella sua sfortunata prestazione, dopo aver preso il giallo nel primo tempo, quando al 1’54” insacca nella propria rete la rete del 0-3 e subito dopo si becca la seconda ammonizione che lo allontana dal campo. Il Città di Mestre ha le mani sulla partita ma non smette di accelerare, con Crescenzo che al 11’24” è protagonista del 0-4, e mette ancora più pressione alla difesa avversaria costretta al quinto fallo subito dopo al 11’49”. Non basta nemmeno il quinto di movimento ai marchigiani che subiscono la rete di Tiozzo al 14’15” per lo 0-5. Riuscendo però a mettere a segno il gol della bandiera al 14’28” con Ettaj. Ma è solo un fuoco di paglia perché Marinio insacca la sua doppietta personale al 15’53” per il 1-6 e potrebbe essere tripletta se riuscisse anche a realizzare il tiro libero al 18’.

Dicono di noi gli avversari.

#wearemestre

Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità