A Fano per allungare la striscia positiva

Mestre. Adesso c’è da difendere con le unghie e con i denti il primato solitario. Rimanere lì in vetta il più a lungo possibile, magari sfoderando prestazioni brillanti come quella del big match di sabato scorso. “È stata una partita sentita da tutti quella contro il Corinaldo,” ricorda mister Antonio Candeo, in quello che adesso è diventato uno scaramantico rito settimanale, l’intervista con il mister…

È stata una partita molto corretta. L’avevamo preparata bene, alcune situazioni che abbiamo cercato alla fine sono venute fuori. Rispetto ad altre volte per esempio abbiamo giocato molte palle alte, perché loro pressando a uomo, alzandosi e portandoli fuori c’era la possibilità di prenderli alle spalle. Così abbiamo fatto, dando la giusta intensità, correndo anche tantissimo. Stiamo bene e abbiamo corso molto. Soprattutto nella fase difensiva, quando loro arrivavano al tiro eravamo sempre due, tre. Sentivamo la partita ma abbiamo cercato di non darle peso. Sono partite che si preparano da sole. Mentre se affronti avversari sotto in classifica devi trovare gli giusti stimoli. Ma con questi ragazzi non ho bisogno di dare spiegazioni. Il lunedì successivo si lavora subito senza troppo pensare alla vittoria. Concentrati per la partita successiva.”

Un gruppo, quindi, carico per affrontare la prossima impegnativa trasferta a Fano.

Monitorando la situazione fisica di Biancato e Camilla. Con il capitano già fermo contro Corinaldo e ancora non recuperato al massimo e Camilla che ha subito un colpo sabato che ancora lo frena. Sperando di recuperarli per la partita con l’Eta Beta. È una squadra discreta, senza tantissime individualità, ma capace di vincere con l’Altamarca per esempio. Bisogna prendere tutte le partite in maniera seria. Anche perché adesso tutti vorranno provare a strappare punti alla capolista, dire di essere stati i primi. Riserviamo sempre alcune attenzioni agli avversari. Però al di là di chiunque affrontiamo, abbiamo una nostra identità di gioco e dobbiamo mantenerla sino alla fine, perché non dobbiamo temere nessuno.”

Nemmeno del prossimo avversario che il Campello Motors affronterà alle ore 15.00 di sabato 9 novembre 2019. Eta Beta – Campello Motors CdMestre. Arbitri: Minardi di Cosenza, Paverani di Roma, crono Cursi di Jesi

Sesta di campionato, cosa dite?

#wearemestre

Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità