All’ultimo respiro, il Città di Mestre ha la meglio sull’Elledì 6-5

Citta’ Di Mestre – Elledì Fc: 6-5

Citta’ Di Mestre: DI Odoardo, Bordignon, Ortolan, Pires, Bebetinho, Gavioli, Cianchi, Bergamo, Chiapolin, Vailati, Crescenzo, Gioia All.: Vecchiato

Elledì: Lamberti, Cerbone, Oanea, Rengifo, Costamanha, Ganci, Sandri, Gallo, Canavese, Vincenti, Davila, Beltrando All.Giuliano

Arbitri: Accomando di Olbia, Galasso di Aprilia. Crono: Treglia di Formia

Reti: Pt.: 11’50” Costamanha, 17’40” Bebetinho (tl), 18’52” Bebetinho (tl), 19’24” Pires. St.: 10’06” Bordignon (aut.), 12’15” Costamanha, 13’00” Bebetinho, 13’59” Crescenzo (rig.), 15’56” Sandri, 19’33” Davila, 19’39” Pires

Note: Pt.: 3-1 Ammoniti: Cianchi, Oanea, Davila, Costamanha, Giuliano. Espulso al 17’06” Pt Ortolan per doppia ammonizione

Mestre. Questa volta finisce a favore del Città di Mestre. Troppe volte in questa stagione i minuti finali delle partite erano stati letali per gli arancioneri. Invece dopo una partita con emozioni interminabili, alla fine è Pires che riesce a portarla a casa.

Sembrava l’ennesima beffa, l’ennesimo colpo del fato avverso, invece questa volta la dea bendata ha volto lo sguardo verso Mestre ed è arrivato un successo che ci voleva, dopo tre sconfitte consecutive.

È la prima da capo allenatore di Mirco Vecchiato e i ragazzi festeggiano il suo esordio con tre punti che danno ossigeno alla classifica, ottenuti contro un avversario coriaceo, tosto e ben organizzato che merita di stare nelle prime posizioni della classifica.

Ma questa volta il quintetto mestrino ha voluto il successo con tutto sé stesso, senza mai mollare e ha avuto la meglio dopo una bella sfida, altalenante, con degli avversari che non hanno concesso nulla e che avevano riacciuffato il pareggio a pochi secondi dalla fine della partita.

Senza Mazzon, Murga e Ruzzene, minuti importanti per Bergamo e Chiapolin, che mister Vecchiato conosce molto bene avendoli allenati nell’under 19, e anche per il neo acquisto Christian Cianchi, nato nel 2002, che ha mostrato lampi di quella classe che gli viene riconosciuta.

Viste le difficoltà di formazione un utile inserimento per il prosieguo di stagione.

Giusto il tempo di festeggiare e martedì di nuovo in campo. Ci sono le Final Four di Coppa da conquistare a Maser, e con questo Città di Mestre tutto è possibile. Se si riesce a sopravvivere alle emozioni che provoca!

Cronaca. Si parte con Di Odoardo, Bordignon, Ortolan, Pires e Bebetinho.

I primi minuti sono di marca Elledì. Dopo 30” Di Odoardo deve uscire su Cerbone, capocannoniere con 15 reti assieme a Davila, dei piemontesi. Poi vola sul tiro di Oanea al 1’37”. Primo sprazzo arancionero al 3’13” con Pires che impegna Lamberti. Ancora il portiere mestrino che risponde a Rengifo al 4’57” e poi a Davila al 6’01”

Il vantaggio arriva al 11’50” con la punizione di Costamanha, poi reazione dei padroni di casa con Pires e Vailati.

Quando sembra che il Città di Mestre stia crescendo con il passare dei minuti al 17’06” Ortolan commette fallo su Lamberti, per il signor Accomando di Olbia è seconda ammonizione ed espulsione per l’#8.

In inferiorità numerica il quintetto di Vecchiato invece di crollare mostra i muscoli. Elledì è già a cinque falli, e al 17’40” Pires va via sulla destra a Davila. Intervento irregolare da dietro, ammonizione e sesto fallo. Tiro libero che Bebetinho realizza, 1-1

Al 18’31” Cerbone colpisce il palo pieno, il Città di Mestre esce con Bordignon dalla pressione ospite, e Davila entra di nuovo alle spalle per il settimo fallo piemontese. Ancora Bebetinho che s’incarica del tiro al 18’52”, 2-1!

Mestrini che in inferiorità non solo non incassano reti, ma effettuano il sorpasso!

E allungano appena recuperano la parità con Di Odoardo che al 19’24” lancia con le mani Pires, colpo di testa e palla che scavalca Lamberti e si accomoda in rete, 3-1!

Secondo tempo. Il Città di Mestre è in fiducia. Dopo un primo tentativo di Costamanha, al 3’38” Crescenzo sfiora la deviazione vincente, poi per due volte Pires impegna Lamberti. Sulla seconda la respinta del portiere ospite è sui piedi di Bergamo che conclude a botta sicura, ancora Lamberti che compie un miracolo.

Al 7’ Vincenti ci prova al volo, davanti alla porta Canavese non riesce a mettere in rete. Al 7’55” Bordignon ci prova su punizione, poi al 8’45” palo di Crescenzo!

Il Città di Mestre sembra in controllo, ma al 10’53” Rengifo cerca la conclusione in una selva di gambe, Bordignon forse la tocca e Di Odoardo non riesce a bloccarla, 3-2.

L’Elledì riprende vigore. E dopo un tentativo di Pires al 12’15”, Costamanha con una punizione dalla destra trova il diagonale vincente, 3-3.

Rabbioso il Città di Mestre che con Pires manda in gol Bebetinho appostato sul secondo palo subito dopo, al 12’51”, 4-3

Contropiede arancionero al 13’59” con Pires che lancia sulla destra Bebetinho, palla al centro e Oenaea che, scomposto in scivolata, tocca con il braccio, come ci sarà modo di verificare con le immagini rallentate successive. Manca il conseguente giallo, ma il fallo c’è ed è rigore che Crescenzo realizza, 5-3!

Dal 15’10” quinto di movimento ospite, ma è Crescenzo che non trova la porta al 15’33”.

Quando sembra tutto finito, al 15’56” Rengifo ancora dalla distanza, Di Odoardo respinge, ma Sandri è appostato sul palo, 5-4.

Al 19’33” Davila ci prova di punta, Di Odoardo beffato, 5-5.

L’ennesimo rimpianto di stagione? Nemmeno per sogno. Bastano 6” e la difesa dell’Elledì si distrae e Pires la punisce, 6-5 e tutti a festeggiare!!!

Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità