Con l’Aposa una terza meritatissima vittoria consecutiva!

Sabato 19 ottobre 2019. Ore 16.00 Franchetti di Mestre

CAMPELLO MOTOR’S CDMESTRE – APOSA: 4-2 (p.t. 0-1)

CAMPELLO MOTOR’S CDMESTRE: Tiozzo, Bordignon, Biancato, Marciano Aalders, Stocco, Zanardo, Vettore, Crescenzo, Forin, Marinio Aalders, D’Erme, Camilla. Allenatore: Candeo.

APOSA: Di Bitonto, Macchia, Maizi, Conti, Nicolai, Pozzi, Baraccani, Aprile, Mengoli, Toschi, Cristillo. Allenatore: Castellani

Arbitri: Bartoli di Nocera Inferiore, Claretti di Roma, crono: Ronca di Rovigo

Reti: P.t.: 18’46” Pozzi. S.t.: 5’51” – 6’05” Bordignon, 8’05” Macchia, 16’17” Marinio, 18’14” Vettore

🎥 Highlight & 🎤 interviste 

Note: Ammoniti: Conti, Nicolai, Aprile

Mestre. E sono tre. Tre vittorie consecutive, tre affermazioni convincenti e un Campello Motors che sta sempre più dimostrando il suo valore. Ma tre sfide da non consigliare ai deboli di cuore… perché il Campello Motors piace ma fa anche soffrire…

Oggi non sarebbe stata una sfida facile, aveva avvertito mister Candeo, perché le avversarie del girone C hanno sempre dimostrato di avere carattere da vendere e di non mollare mai.

Così pur avendo dominato in lungo e in largo, la partita è stata sempre in bilico perché dopo il vantaggio iniziale ospite, le prodezze di Bordignon hanno indirizzato le cose per il verso giusto solo nel secondo tempo prima che Macchia rimettesse tutto in discussione. E sino a quel momento, mutuando una statistica dal basket, se Aposa aveva un 2 su 4 nel rapporto gol/conclusioni nello specchio, il Campello vantava un non invidiabile 2 su 20.

Comunque il pareggio avrebbe potuto mettere in difficoltà chiunque, ma non questo Campello. Che ha continuato a macinare gioco e creare occasioni sino alla rete del vantaggio di Marinio, terza in campionato a segno ogni turno, e a quella della sicurezza di Vettore per il 4-2 meritatissimo e conclusivo.

Adesso non resta che aspettare sabato prossimo, la trasferta di Bagnolo, con trepidazione, perché questo arancionero piace sempre di più #wearemestre

 

Cronaca. Ancora senza Digao, oggi in porta è il turno di Tiozzo con un turno di riposo per Villano. Si parte, quindi, con Tiozzo, Biancato, Bordignon, Crescenzo, Vettore. E subito al -18’49” il tiro di Vettore sibila alla destra di Di Bitonto. Al -17’58” Crescenzo lanciato sulla destra prova un diagonale che Di Bitonto respinge. Azione di alleggerimento dell’Aposa al -17’23” con Tiozzo che chiude su Baraccani. Al -16’44” Vettore recupera palla davanti all’area avversaria ma il suo diagonale è troppo largo. Al -14’58” Di Bitonto esce su Marinio. E ancora al -14’02” scambio ravvicinato Marciano, Crescenzo con il tiro di quest’ultimo salvato all’incrocio da Di Bitonto. Al    -12’26” contropiede Aposa, Macchia arriva al tiro alto. Due azioni consecutive ospiti e al -12’01” è alto il tiro di Pozzi su schema da corner. Ritorna in avanti il Campello al -10’32” con l’occasione sui piedi di Zanardo, para Di Bitonto. Al -9’53” grande azione di Marinio, Di Bitonto in volo mette in corner. Al -7’32” occasionissima per il vantaggio arancionero. A portiere battuto è il palo che salva l’Aposa sul diagonale di Camilla. Altro diagonale al -6’51” questa volta di Biancato, devia in corner Di Bitonto. Pressione dei padroni di casa che però non riescono a trovare il varco giusto. Al   -5’53” Camilla per Stocco in profondità, salva Di Bitonto in uscita. Al -3’28” Marciano sulla destra va via in dribbling ma chiude ancora Di Bitonto. Al -3’03” Tiozzo si fa trovare pronto in tuffo, mentre è sempre Di Bitonto il protagonista assoluto quando al -2’30” ferma il diagonale di Marinio.  Poi improvviso al -1’14” l’Aposa è in vantaggio. Palla contesa a centrocampo, Pozzi di prima intenzione batte a rete e trova l’incrocio forse aiutato anche da una leggera deviazione, 0-1. Il Mestre potrebbe subito riacciuffare il pari ma nel primo tempo non c’è storia. A -2” Crescenzo trova il varco per Biancato, diagonale che Macchia respinge sulla linea.

Secondo tempo. Il secondo tempo ricomincia come si era chiuso il primo. Con gli arancioneri in avanti nel tentativo di superare il muro avversario. In avvio Tiozzo, Bordignon, Crescenzo, Marinio, Vettore. La prima occasione è però ospite. Al -19’35” Tiozzo alza sopra la traversa il tiro di Conti. Poi si ricomincia con l’estremo bolognese che sembra insuperabile. Al -17’59” Di Bitonto esce su Vettore. Al -17’21” angolo di Marinio, non ci arriva di un soffio Vettore, Bordignon fuori. Al           -16’39” Marinio va via di potenza, diagonale di un soffio a lato. E in una delle rare sortite offensive avversarie al -14’29” Tiozzo è bravissimo a chiudere su Conti solo a centro area. Alla fine però gli sforzi del quintetto di Candeo vengono premiati con un Bordignon sugli scudi. Al -14’09” corner di Vettore e Bordignon con il sinistro pareggia 1-1! E 14” dopo ancora Bordignon recupera palla e fulmina Di Bitonto. 2-1. Preme ancora il CdMestre e al -12’55” sembra proprio che Aposa debba cadere di nuovo. Ci prova prima Marciano chiuso da Di Bitonto, poi due volte Biancato, murato al primo tentativo, poi al secondo, deviazione alta sopra la traversa da un passo. Improvviso come il primo vantaggio emiliano arriva anche il pari al -11’55”. Macchia sulla sinistra s’inventa il diagonale imprendibile per Tiozzo. 2-2. Gli ospiti tentano ancora e al -9’16” Tiozzo risponde a Baraccani. Al -8’07” altra opportunità per la terza rete dopo che Di Bitonto ha salva su Marinio. Nell’azione successiva palo clamoroso sulla deviazione di Conti verso la propria porta, la palla schizza sul legno alla destra di Di Bitonto e poi attraversa la porta, con la difesa emiliana che spazza. Al -6’35” Tiozzo chiude su Baraccani in due tempi e al -6’18” è il turno di Marinio, ma ancora Di Bitonto dice no. Al -6’ 16” Biancato sfiora il palo alla sinistra di Di Bitonto e al -5’08” clamoroso contropiede Bordignon, Marinio, con quest’ultimo che alza troppo da ottima posizione. Al -4’51” Crescenzo ben piazzato, servito da Bordignon, non trova lo specchio. Pericolo al -4’43” con Aprile che apre il diagonale di un nulla alla sinistra di Tiozzo. Al -4’31” ancora Marinio, para Di Bitonto. Mentre al -4’18” brividi per i tifosi mestrini con Macchia che sulla destra supera Tiozzo, palo, la sfera gli torna sui piedi, conclusione alta. Dopo il pericolo corso il CdMestre torna in avanti. Al -3’35” tocca prima a Marciano, di Di Bitonto respinge con il petto, poi Marinio ancora di Di Bitonto. Il quale però non può nulla al -3’43” quando Marinio trova il varco giusto per un 3-2 meritatissimo! Che diventa 4-2 al -1’46” quando Vettore va via di potenza sulla destra e supera Di Bitonto. Sul doppio vantaggio il Mestre si rilassa e lascia gli ultimi sporadici assalti agli ospiti che esaltano Tiozzo due volte su Nicolai al -1’25” e a -13”. Poi il liberatorio triplice fischio finale!

Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità