Crescenzo: Ogni partita può nascondere insidie, ma noi siamo pronti e dobbiamo vincere!

Mestre. Ha portato esperienza, quantità e qualità. Tanta esperienza maturata nelle serie maggiori che adesso porta a frutto in cadetteria, qualità che si sta esprimendo anche con una rinnovata vena realizzativa e quantità per i tanti minuti in campo, presenza costante nei quintetti messi in campo da Antonio Candeo.

Siamo felici di aver vinto in Emilia perché dopo la sconfitta del sabato prima ci siamo ripresi subito alla grande”, le parole di Riccardo Crescenzo uno degli assoluti protagonisti del brillante percorso di questa stagione, “perché nessun campo è semplice e nessun avversario è semplice da battere. Non c’è nulla di scontato, lo dimostrano tutti i risultati altalenanti delle prime con le medio ultime in classifica. Quindi, è stata una vittoria importante. Felici perché gli altri hanno fatto dei passi falsi, ma siamo consapevoli che le insidie possono essere dietro l’angolo. Otto punti sono un bel tesoretto, ma non possiamo essere tranquilli.”

Allora massima attenzione sabato prossimo contro Bagnolo, già ampiamente superato all’andata, con un Franchetti da conquistare, terreno casalingo in cui il Campello ha fatto gli unici passi falsi.

Può sembrare una cosa paradossale che in casa noi facciamo maggiore fatica. Ma quei passi falsi sono coincisi con tre partite in cui siamo stati poco brillanti e in cui avremmo fatto fatica anche se lontano dal Franchetti. È anche vero che le avversarie quando vengono in casa della capolista sanno che non possono affrontarci a viso aperto e allora si chiudono dietro approfittando delle ripartenze e di ogni minimo errore. E questo può sicuramente giovare a chi ci affronta.”

Ma nonostante questi tre incidenti di percorso il Campello è in vetta a vele spiegate verso un sogno che questa squadra vuole raggiungere con le sue sole forze… e che già potrebbe affrontare per chi già ha calcato palcoscenici ancora più importanti?

Ogni categoria è di un livello nettamente superiore di quella precedente. A mio modo di vedere c’è un grosso divario. È anche vero che le qualità in squadra ci sono e la differenza la fa l’approccio mentale alla categoria che si va ad affrontare. Più sali di categoria e meno errori ti sono concessi, quindi, è un lavoro soprattutto di testa quando la tecnica è già presente. Inoltre la stessa società si dimostra essere molto organizzata, con una capacità dal punto di vista organizzativo che fa invidia a squadre di categoria superiore e questo è un aspetto che i giocatori apprezzano molto. Ho visto un ambiente che sta gestendo bene tutte le situazioni che sino a oggi si sono venute a creare, riuscendo a isolare la squadra che può così concentrarsi solo sulle sorti del campionato. Un ambiente molto lucido che non si sta facendo travolgere dalle molte vittorie che sono arrivate.”

Contando anche su quella che ci auguriamo possa arrivare sabato prossimo.

Se mettiamo in campo ciò che siamo capaci di fare, l’approccio che c’è sempre stato nelle partite che abbiamo vinto, siamo fiduciosi. È vero però che può capitare una giornata storta, ma se noi utilizziamo l’approccio corretto non dovremmo avere problemi. Solo due settimane fa il Bagnolo ha fermato lo Sporting Altamarca, quindi, ogni gara può nascondere delle insidie, ma noi siamo pronti e dobbiamo vincere!”

Poi continuando a segnare come il Campello sa fare in trasferta, il Bagnolo è avvertito!

Sabato 08.02.2020 Campello Motors CdMestre – Bagnolo.

Arbitri: Carbonari di Pesaro, Acella di Macerata, crono: Piccolo di Padova.

Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità