Il Città di Mestre ritorna al successo ad Ancona

Sabato 11 dicembre 2021. Decima di campionato. Ore 16.00 PalaCus Ancona

CUS ANCONA-CITTA’ DI MESTRE 3-7 (0-4 p.t.)
CUS ANCONA: Croitoru, F. Benigni, A. Benigni, Belloni, Mancini, Vagnarelli, Piersimoni, Martin, Fioretti, Russo. All. Battistini

CITTA’ DI MESTRE: Bertoli, Bordignon, Leandrinho, Kapa, Saul, Biancato, D’Erme, Nicolazzi, Mazzon, Conte, Villano. All. Mastrogiovanni

ARBITRI: Candria di Teramo, Cini di Perugia. Crono: Bomboletti di Città di Castello

RETI: 2’43” – 9’28” Leandrinho (CDM), 12’30” Bordignon (CDM), 18’26” Leandrinho (CDM), 3’26” s.t. Mancini (CUS), 5’12” F. Benigni (CUS), 9’30” – 11’30” Mazzon (CDM), 14’25” Saul (CDM), 19’24” Piersimoni (CUS)

Mestre. Torna alla vittoria il Città di Mestre e lo fa con autorità, come doveva essere con il Cus Ancona, pur privo di Juanillo, che dovrebbe rientrare dopo la sosta e, nelle ultime ore, di Crescenzo. Due pedine fondamentali nello scacchiere di mister Mastrogiovanni.

Classico testa a coda in questa decima di campionato. Il Città di Mestre per difendere il suo secondo posto, il Cus Ancona per cercare di dare una svolta a un torneo non certo brillante sino a questo momento.

C’è tanta voglia di riscatto per gli arancioneri dopo il ko con Pistoia e Ancona ne fa le spese nei primi 20’, perché rimane interdetta dalla forza di volontà del quintetto di Mastrogiovanni, tutto teso a chiudere prima possibile la pratica di questa trasferta.

Mattatore del primo tempo è sicuramente il nuovo arrivato Leandro Alfonso, Leandrinho, che apre le danze al 2’43” per poi trovare il raddoppio al 9’28”. I marchigiani accennano a una reazione, ma a chiudere ogni varco ci pensa sempre Bertoli. Così a essere ancora incisivi sono gli arancioneri i quali con Bordignon al 12’30” vanno sul 3-0. Il divario potrebbe essere ancora più pesante se i pali non negassero la gioia del gol a Kapa e Leandrinho, il quale però la tripletta la firma per il 4-0 al 18’26” con cui si chiude il primo parziale.

Nel secondo tempo gli arancioneri rimangono in spogliatoio per i primi 5’ di gioco, permettendo ad Ancona di rialzare la testa con le reti di Mancini e Benigni. Ma giusto il tempo di cambiare registro, alzare il baricentro e tornare ad aumentare la pressione offensiva e il Città di Mestre torna a scavare il divario che consegnerà la vittoria finale. Protagonista in questo momento diventa Luca Mazzon che in 2’ si fa trovare sempre nel posto giusto al momento giusto, deviando nella porta anconetana le reti del 2-5 al 9’30” e del 2-6 al 11’30”.

Nel frattempo Villano erige un muro nella porta mestrina e con i suoi interventi dice no alle intenzioni dei padroni di casa di tornare in corsa. Corsa che si conclude al 14’25” quando Saul insacca il settimo sigillo e al termine Piersimoni rende meno amara la sconfitta con la rete del 3-7 a -36”.

Così si conclude la campagna marchigiana, con il ritorno al successo del Città di Mestre che così difende la seconda piazza dall’attacco di Modena Cavezzo nel frattempo vincente contro lo Sporting Altamarca, allungando sul Città di Massa che cade in casa con Prato e sulla Sampdoria che per le ultime vicende di Porto San Giorgio in questo turno di campionato non è scesa in campo.

Della vicenda di Porto San Giorgio è presto detto. La squadra sangiorgese ha rinunciato al campionato di Serie A2 e questo, conti alla mano, dovrebbe rivoluzionare l’attuale classifica. Le squadre che hanno fatto bottino pieno con il quintetto della provincia di Fermo dovrebbero perdere i punti conquistati, così come, in questo il caso il Città di Mestre, chi ha pareggiato con la società rinunciante. Stando così le cose il vantaggio di Pistoia sugli arancioneri dovrebbe ridursi a tre sole lunghezze, mentre aumentare quello sulle sopracitate Città di Massa e Modena Cavezzo, tutte formazioni che hanno vinto con Porto San Giorgio. Non resta che attendere l’ufficialità, ma anche questa notizia rende ancora più importante, ferma restando l’amarezza per la rinuncia di Porto San Giorgio, questa giornata sportiva.

E sabato prossimo al Franchetti arriva il Buldog Lucrezia che in questo turno di campionato tanto ha fatto soffrire la capolista Pistoia

#wearemestre

Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità