Nicola Tiozzo. “Questo Campello Motors più che una squadra, una vera e propria famiglia!”

Mestre. Da una porta all’altra. E dopo Giovanni Villano tocca a Nicola Tiozzo, la coppia che ha blindato la porta del Campello Motors Città di Mestre la scorsa stagione e che chiuderà lo specchio ai reparti offensivi avversari anche per il 2020/2021 assieme a Forin.

Come ha confermato Giovanni il lavoro di uno ha fatto in modo che anche l’altro potesse spingersi oltre le sue possibilità”, l’esordio del portiere arancionero. “Nel senso che quando giocava uno, l’altro in allenamento lavorava ancora più sodo per dimostrare di meritare il posto. Questo è stato il punto di forza di tutta la squadra, ma in primis di me e Giovanni, visto che ci siamo stimolati uno con l’altro. Non nego che, per come sono fatto io, avrebbe fatto piacere giocare tutte le partite, ma il fatto che sia stata rinnovata la fiducia a entrambi dimostra come ognuno di noi abbia saputo tirare fuori il meglio dell’altro.”

E adesso arriva l’A2 che alza l’asticella e mantenere la propria porta imbattuta non sarà così facile.

Per me sarà una nuova sfida, visto che non ho mai affrontato la serie A2. Per me e per molti ragazzi che sono in Prima Squadra. Ed è motivo di orgoglio. Molto probabilmente con il gruppo già molto amalgamato e il feeling che c’è tra tutti noi, al netto della partenza dei due olandesi, credo abbiamo tutte le carte in regola per poterci giocare la permanenza in categoria. Inoltre con gli acquisti che sono stati fatti, è aumentata l’esperienza e la forza di questa squadra. Io sono ambizioso, ma lo è anche la società che ha fortemente voluto la serie A2.”

In cui ci sarà la possibilità di affrontare alcune tra le migliori squadre nazionali e magari farsi notare anche per il futuro.

Arrivati a questo punto, sarebbe sbagliato non pensare in grande. Se fosse per me però io rimarrei sempre a Mestre. Sia come società, che come gruppo e tifoseria. Più che una squadra una vera e propria famiglia, che ci ha messo nelle migliori condizioni per raggiungere questo prestigioso obiettivo. Ho 23 anni e tutto quello che viene adesso è tutto di guadagnato.”

Giovanni e Nicola… guai a chi passa!

#wearemestre

Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità