Due disattenzioni nel primo tempo consegnano il derby alla Fenice!

Sabato 10 dicembre 2016. PalaFranchetti ore 16.00. Dodicesima giornata di Andata serie B nazionale, girone B

FENICE VENEZIAMESTRE – CITTÀ DI MESTRE: 2 – 1 (p.t.: 2-0)

FENICE: Bartolo, Caregnato, Giommoni, Meo, Zupperdoni, Bertuletti, Botosso, Ortolan, Cavaglià, De Battista, Nalesso, Molin. Allenatore: Pagana.

CITTÀ DI MESTRE:Villano, Ouddach, Scandagliato, Zakouni, Biancato, Agatea, Peron, Saviolo, Bellemo, Semenzato, Azzalin, Sannino.  Allenatore: Frizziero

Arbitri: Casadei di Cesena, Lanuti di Modena, crono Tassinato di Padova.

RETI: 1°T. 12’40” Botosso, 13’10” Ortolan: 2°T.:. 19’47” Bellemo

Note. Ammoniti: Bellemo, Botosso, Zupperdoni, Nalesso.

Il derby è della Fenice, onore alla Fenice.

Sfuma alla penultima giornata di andata il sogno arancio nero di raggiungere le finali di Coppa Italia e svanisce proprio in occasione del derby con i cugini della Fenice che invece volano a giocarsi un occasione unica.

In una match ad alta tensione agonistica, gli uomini di Frizziero pagano a caro prezzo due errori nel primo parziale e non serve il forcing del secondo tempo per ribaltare il risultato. Bartolo e compagni si ergono a difesa della porta, non permettendo mai conclusioni facili, spazzando quando serve e pensando solo a non subire il gol che avrebbe potuto riaprire l’incontro. Che arriva troppo tardi, a 13” dalla conclusione, con Bellemo nell’unico varco disponibile.

Comunque un ottimo quinto posto da conservare in vista dell’ultima giornata, visto che siamo stati raggiunti dal Cornedo capace di battere la capolista Chiuppano.

Cronaca: Sono ritmi frenetici quelli a cui assiste il consueto numerosissimo pubblico del Franchetti, che occupa ogni singolo spazio della tribuna in occasione del derby. E la frenesia è quasi sempre opposta alla precisione. Solo dopo quasi 2’ arriva la prima occasione della partita con Meo che di tacco impegna Villano che di piede salva in uscita. Al 2’40” diagonale di Zakouni fuori di un soffio. 6’23” Zakouni sulla destra cerca il primo palo, copre bene l’estremo di casa Bartolo e la conclusione termina fuori. Al 9’45” Scandagliato si vede deviato il tiro da posizione ravvicinata in corner sempre da Bartolo. Al 12’15” Zakouni ci prova su punizione, palla a lato. Il primo gol al 12’40” Botosso è bravo a sfruttare un errato disimpegno della difesa del Città di Mestre e a battere Villano. Il Città di Mestre subisce il colpo e al 13’10” incassa la seconda rete di Ortolan, ancora una volta favorita da una disattenzione collettiva. Al 16’49” Botosso va via sulla sinistra e la sua conclusione viene deviata sopra la traversa da Villano. Al 18’51” prova a suonare la carica Peron, ma Bartolo copre bene il primo palo. A 33” dal termine Caregnato sulla destra lambisce il palo con un diagonale insidioso

Il secondo tempo comincia come il primo con il Città di Mestre più aggressivo, ma adesso la Fenice può colpire in contropiede, così dopo una buona occasione di Agatea, replica subito Zupperdoni a lato. Poi con il passare dei minuti è sempre più un monologo arancio nero. Al 3’31” guizzo di Bellemo, Bartolo si rifugia in corner. Al 4’40” azione di forza di Bellemo la difesa respinge in affanno. Al 4’50” ci prova Peron da buona posizione, palla deviata sopra la traversa. Al 5’ 21” bella mezza rovesciata di De Battista, Villano blocca. Al 6’52” diagonale di Zakouni, Bartolo si allunga e sventa. Al 8’31” Bellemo sulla destra, tiro e Bartolo in angolo. Al 12’42” Bartolo direttamente su rimessa cerca di beffare Villano, che fa un passo indietro e mette sopra la traversa. Al 13’ 11” diagonale insidioso di Saviolo, Bartolo di piede. Al 13’ 17” dopo aver fischiato un fallo di quattro secondi a Bartolo, il Città di Mestre ha una punizione a due da distanza interessante, ma l’estremo di casa si oppone per ben due volte a Saviolo. Al 15’31” il Città di Mestre mette in campo il quinto uomo di movimento. Al 16’25” Zakouni, quinto in campo, sulla sinistra prova a colpire sul primo palo Bartolo che però copre benissimo. Al 17’07” conclusione ancora di Zakouni dalla sinistra, palla salvata sulla linea con Biancato che non la trova a pochi passi dalla linea. Sesto fallo di Cavaglià su Zakouni, Saviolo tiro libero a 18’29” e  Molin entrato al posto di Bartolo salva! A 50” dalla fine prima Agatea, non trova il varco giusto, infine Bellemo rende meno amara la sconfitta con il gol della bandiera a 13” dal termine!

Updated: 22 luglio 2017 — 17:02
Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità