E come un anno fa il derby di ritorno è del Città di Mestre

Sabato 01 aprile 2017. PalaFranchetti di Mestre ore 16.00. Dodicesima giornata di ritorno serie B nazionale, girone B

Highlight azioni e interviste (clicca qui)

CITTÀ DI MESTRE- FENICE VENEZIAMESTRE: 2-1

CITTÀ DI MESTRE: Villano, Ouddach, Scandagliato, Zakouni, Agatea, Saviolo, Semenzato, Azzalin, Biscaro, Badaoui, Stocco, Sannino. Allenatore: Frizziero

FENICE VENEZIAMESTRE: Bartolo, Caregnato, Bertuletti, Meo, Zupperdoni, De Battista, Botosso, Ortolan, Cavaglià, Hasaj, Nalesso, Molin. Allenatore: Pagana

Arbitri: Zanchi di Lovere, Morelli di Imperia, crono: Zorzetto di San Donà.

RETI: P.t. 6’25” Biscaro, 19’25” Ouddach (tl); S.t. 11’05” Hasaj

Note: p.t. 2-0; Ammoniti: 7’17” Agatea, 7’24” Caregnato, 12’38” Sannino, 4’14” s.t. Ortolan, 3’53” Cavaglià, 6’40” Botosso, 7’13” Bertuletti. Espulso al 12’30” p.t. il dirigente accompagnatore della Fenice Cavaglià

Il primo compito è stato completato. Ci vogliono le ultime due vittorie per poter sperare ancora nei play off. La prima è andata in un derby come al solito avvincente, combattuto, nervoso, magari non spettacolare, ma con ritmi da categorie superiori.

Ma potrebbe non bastare visto che Miti Vicinalis e Faventia C5 non hanno fallito il loro impegno e con due vittorie hanno scavalcato anche la Fenice e adesso sono assestate al quarto e terzo posto, con le due protagoniste del derby che slittano al quinto e sesto.

Una stracittadina che ha visto il Città di Mestre condurre in porto un ottimo primo parziale chiudendolo 2-0 e soffrire nel secondo tempo contro la preparazione fisica, l’ottima tenuta atletica e l’organizzazione della Fenice, che ha chiuso gli arancioneri in difesa soprattutto con una quasi perfetta applicazione dell’uomo di movimento. Si è sfiorata la perfezione perché al 2-1 di Hasaj non è seguito il pareggio per il semplice motivo che il cuore e l’orgoglio dei ragazzi di Frizziero e un grandissimo Villano hanno retto sino alla fine, esultando al fischio finale.

LA CRONACA. Il Città di Mestre parte con Villano, Scandagliato, Zakouni, Ouddach, Saviolo ed è quasi subito pericoloso al 2’47” con Ouddach che recupera palla  partendo in contropiede ma solo davanti a Molin calcia fuori. Al 3’ 42” altra ghiotta occasione con Zakouni che si libera a conclude sulla destra di Molin che si allunga e mette in corner. Al 6’25” il meritato vantaggio casalingo con Agatea cha lancia Sannino, bravo a saltare due uomini e a fare l’ultimo assist per l’accorrente Biscaro che batte Molin. Al 7’06” conclusione di Semenzato da ottima posizione con la difesa che respinge in affanno. Affanno della Fenice che si concretizza al 7’24” quando arriva molto presto il quinto fallo. Gli ospiti feriti al 10’28” provano a reagire ma Villano allunga il piedone e salva e al 12’ Zupperdoni  colpisce di testa a lato. Riprende a macinare gioco il Città di Mestre e al 12’20” Biscaro solo davanti a Molin, spalle alla porta, si gira ma spreca tirando addosso al portiere avversario. Adesso è una partita combattuta e al 13’22” Ortolan va via sulla sinistra e mette al centro per Zupperdoni che in scivolata da un passo mette a lato. Al 14’51” contropiede del Città di Mestre orchestrato da Saviolo e Ouddach, palla a Zakouni in ottima posizione, conclusione alta. Il raddoppio arriva al 19’25” con il tiro libero di Ouddach per il sesto fallo della Fenice molto contestato. Infine quasi allo scadere al 19’53” Bertuletti in scivolata rischia di accorciare le distanze.

Secondo tempo.

Frizziero decide di ricominciare con Villano, Zakouni, Scandagliato, Ouddach, Sannino e dopo 20” Ortolan impegna Villano di piede. La risposta arancionera al 1’56” con Ouddach che calcia a lato da ottima posizione. Ma è un’altra Fenice quella scesa in campo adesso e al 3’33” Hasaj sulla destra prova a mettere al centro, Villano respinge di piede. Al 6’43” Scandagliato, sugli sviluppi di una punizione calcia, ma la difesa avversaria erge un muro invalicabile. Al 7’10” l’occasione per chiudere il match  sui piedi di Ouddach, il quale, servito da Saviolo, solo al centro non riesce a superare Molin, e subito dopo al 7’21” lo stesso Hamza coglie un palo clamoroso alla sinistra dell’estremo ospite. Cresce il quintetto di Pagana e all’8’ Villano si supera su Zupperdoni, con una doppia miracolosa parata. Al 8’43” secondo miracolo di Villano che d’istinto tocca con la mano sinistra in corner. Al 9’ tenta il tutto per tutto la Fenice con il quinto di movimento. Al 9’23” Scandagliato subito ci prova dalla sua area, sfiorando il palo. Al 10’15”  prove generali del gol con Villano che salva sull’uomo di movimento Hasaj e poi lo stesso scarica alto. Il secondo tentativo è migliore e al 11’05” Ortolan trova sul secondo palo l’uomo di movimento Hasaj, 2-1. La situazione rischia di precipitare per gli uomini di Frizziero quando al 11’52” il Città di Mestre compie il quinto fallo e mancano ancora 8’. Al 12’23” altro miracolo di Villano che esce e salva su De Battista. Alleggerisce la pressione al 12’53” Saviolo che si accentra e conclude a fil di palo. Al 15’13” Villano salva su Hasaj e rimane a terra per il contrasto, ma si rialza per continuare a difendere la sua porta. Al 15’22” diagonale di Scandagliato, fuori di un soffio. Gli arancioneri a questo punto sanno chiudere ogni spazio disponibile e quando, a pochi secondi dal termine, Villano blocca una conclusione centrale, è fatta. Il derby è del Città di Mestre!

Updated: 22 luglio 2017 — 17:50
Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità