Il Città di Mestre torna a vincere con Mezzolombardo!

Sabato 05 novembre 2016. PalaFranchetti h.16.00. Settima giornata di Andata serie B nazionale, girone B.

Città di Mestre – Futsal Mercatone Uno Mezzolombardo: 5-2 (p.t. 1-1)

Città di Mestre: Villano, Ouddach, Scandagliato, Zakouni, Biancato, Agatea, Zanardo, Bellemo, Semenzato, Azzalin, Stocco, Sannino. Allenatore: Frizziero

Futsal Mercatone Uno Mezzolombardo: Rossi, Perricelli, Contreras, Tessadri, Fratacci, Prighel, Schlagenauf, Scalet, Bazzanella, Gianordoli. Allenatore: Saiani
Arbitri: Pizzica di Bologna, Cannizzaro di Ravenna, crono Voltarel di Treviso
RETI: P.t.: 3’51’’ Bellemo, 11’52’’ Scalet. S.t. 4’ Zakouni, 9’45’’ Sannino, 12’01’’ Zakouni, 13’ Biancato, 17’26’’ Fratacci

Note: Ammoniti: 7’39’’ s.t. Agatea

Un città di Mestre dai due volti quello che ha vinto contro Mezzolombardo. Un primo tempo con una squadra timida, quasi impacciata, che si fa riprendere e non ha la convinzione giusta per riportarsi in vantaggio. Un secondo tempo con gli arancio neri a velocità doppia, con gli ospiti incapaci di contenere le folate offensive arancio nere, i quali allungano e rischiano di chiudere in goleada. Probabilmente il peso della sconfitta di Manzano ha condizionato i primi 20’ di gara, ma, dopo l’uscita dagli spogliatoi, paure e timori sono svaniti grazie alla prestazione convincente del secondo parziale.

Cronaca: Si parte con Azzalin in porta, Biancato capitano, Agatea, Bellemo e Zakouni. Ci mette poco il Città di Mestre per passare in vantaggio. Dopo la pressione iniziale è Alex Bellemo che ci prova ripetutamente, ma la sua azione viene sempre contratta dalla difesa avversaria, sino a che non trova lo spiraglio giusto per il vantaggio casalingo al 3’51’’. Al 10’10’’ risposta degli ospiti ma Azzalin è pronto! La partita scorre via senza tanti affanni, e superati i dieci minuti entrambe le squadre non hanno ancora commesso un solo fallo. Al 11’15’’ e al 11’20’’ per due volte Zanardo si trova davanti al portiere ospite che però non si fa superare. Improvviso al 11’52’’ il pareggio del Mezzolombardo con la conclusione da lontano di Scalet. Prendono coraggio gli ospiti che al 13’50’’ trovano Bazzanella sulla sinistra, diagonale che Azzalin devia con le gambe sul palo poi la difesa spazza! Ci mette un po’ il Città di Mestre per riprendersi e al 16’21’’ una doppia deviazione rischia di favorire Agatea ma Gianordoli ha i riflessi pronti! Al 18’ 32’’ Zakouni per un soffio non trova Agatea per la deviazione vincente!

Il secondo tempo si apre con un Città di Mestre che parte con lo stesso quintetto iniziale ma stranamente risulta impreciso, tranne al 1’25’’ quando Bellemo va via in dribbling e si presenta davanti a Gianordoli senza però riuscire a superarlo. In almeno un paio di occasioni gli arancio neri ripartono in superiorità numerica, ma non riescono a essere incisivi. Cresce così a poco a poco la pressione sino al gol del vantaggio al 4’ con Zakouni che dalla sinistra mette in rete un diagonale stretto per il 2-1. Pochi istanti dopo un altro contropiede per poco non mette Agatea nelle condizioni di battere a rete, ma la difesa recupera. Al 5’28’’ è Scalet che rischia di fare il bis, ma il palo alla destra di Azzalin gli nega l’esultanza. Ma il Città di Mestre a poco a poco sta prendendo le misure dell’avversario e rischia di passare con una punizione di Zakouni che viene deviata sotto porta senza fortuna. È solo questione di tempo perché la resistenza ospite venga meno. Al 9’45’’ Sannino su assist di Zakouni segna il terzo gol, e al 12’ 01’’ Zakouni mette a segno la doppietta per il 4-1. Ormai i padroni di casa dilagano con Biancato che al 13’ su una punizione a due con Bellemo supera Gianordoli per il 5-1. Al 14’20’’ Sannino prima impegna Gianordoli da fuori, poi il portiere d’istinto devia il tocco del pivot sotto porta. Azzalin viene impegnato solo al 16’49’’ con una punizione del solito Scalet che riesce a respingere. Dal 17’ il Mezzolombardo prova a rientrare in partita con l’uomo di movimento e lo stesso Fratacci, che sostituisce Gianordoli, al 17’26’’ accorcia le distanze. Il Città di Mestre concede un’altra occasione agli avversari per poi riprendere in mano le redini del gioco, prima creando un’occasione con Bellemo, poi impegnando Gianordoli da breve distanza.

Updated: 22 luglio 2017 — 17:00
Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità