Il Villorba sorprende il Città di Mestre e consolida il suo secondo posto!

Sabato 11 marzo 2017. PalaFranchetti ore 16.00. Decima giornata di ritorno serie B nazionale, girone B

Highlight e interviste (clicca sopra per vedere)

CITTÀ DI MESTRE – FUTSAL VILLORBA: 3 – 6

CITTÀ DI MESTRE: Villano, Ouddach, Scandagliato, Zakouni, Biancato, Agatea, Peron (C), Saviolo, Semenzato, Azzalin, Stocco, Sannino. Allenatore: Frizziero

FUTSAL VILLORBA: Bresolin, Frison, Busato, Vailati, Rexhepaj, Mazzon, Zoccolillo, Del Piero, Grigolin, De Vivo, Zornetta, Venier. Allenatore: Regondi

Arbitri: Sorci di Pesaro, Filaninno di Jesi, crono: Bizzotto di Castelfranco Veneto.

RETI: P.t.: 14’07” Ouddach (CdM), 17’33” Mazzon (rig.) (V); S.t.: 4’10” Ouddach (CdM), 6’15” Del Piero (V), 14’22” Rexhepaj (V), 16’ Venier (V), 18’ De Vivo (V), 18’30” Zakouni (CdM), 19’54” Mazzon (V)

Note: p.t. 1 – 1; Ammoniti: Ouddach, Sannino. Espulso al 5’54” s.t. Saviolo per doppia ammonizione.

Una cosa è certa. Molto di quello che è successo sulla tribuna del Franchetti non ha nulla a che vedere con il futsal che è allegria, voglia di giocare e spensieratezza.

Ma molte volte, pur essendo la posta in palio alta, certe persone dimenticano che questo è sempre un gioco, il calcio a 5 è uno sport e in palestra vengono a vederlo anche famiglie con bambini… a cui dovremmo tutti dare un esempio decisamente più edificante.

Per questo, ringraziando la collega Alessia Dal Canal per la sua professionalità e correttezza, volutamente tralasciamo parti della cronaca che di sportivo non hanno nulla e che nell’immenso bacino internauta si sono già fatte spazio e rincorse… senza freni. Le responsabilità lasciamo che siano altri a giudicarle, in queste poche righe non facciamo processi.

Non per dimenticare, ma per dare un’altra possibilità a coloro i quali oggi si sono dimostrati poco lucidi, di fare autocritica, di correre subito ai ripari, rimediare già dalla prossima occasione, e tornare a vivere lo sport con passione e “cattiveria” solo agonistica. Niente altro, non ne abbiamo bisogno, grazie.

Della sconfitta alla fine rimane l’analisi lucida del presidente Marco Chiozzotto.

Il Città di Mestre con il Villorba avrebbe dovuto fare un altro grande salto di qualità, perché sino a che si è giocato a futsal gli arancio neri sono rimasti in partita, anche con il risultato. Quando la tensione è salita, si sono fatti prendere dalla concitazione, pur non smettendo mai un solo momento di inseguire e di provare a segnare. Ma manca ancora la maturità per non cadere nella provocazioni, perdendo la concentrazione necessaria per raggiungere lo scopo e il risultato sportivo.

Nel primo quarto d’ora si registrano continui capovolgimenti di fronte, fino a che l’ex di turno Hamza Ouddach, intercetta un passaggio sbagliato di Zoccolillo e infila la porta di Venier.

Esplode l’entusiasmo dei tifosi arancioneri, presenti anche con un gruppo di giovani degli Orange Insanity che non hanno mai fatto mancare il loro sostegno alla squadra.

Il pareggio arriva su tiro libero di Mazzon per un dubbio fallo di mano di Sannino al 17’33” e il Villorba rischia anche di passare in vantaggio su un altro tiro libero ma questa volta Villano ferma lo stesso Mazzon.

Si va a riposo sull’1 a 1.

Nella ripresa il Città di Mestre si riporta in vantaggio dopo 4 minuti ancora con Hamza Ouddach. Respinta del portiere su tiro di Zakouni e tap-in vincente dell’ex Villorba.

Un minuto Saviolo colleziona due ammonizioni in una manciata di secondi. Il giocatore, autore di una buona prova, viene espulso. In quest’arco di tempo il Villorba accorcia le distanze con Igor del Piero.

Gli schemi saltano un po’ ovunque. Gli ospiti allungano le distanze al 14’22” su una ripartenza con Rexhepaj.

Sul 2 a 3 mister Frizziero gioca la carta del portiere in movimento, ma sul primo errore di Zakouni, che non ha fatto in tempo a tornare tra i pali, arriva il gol del 4 a 2 su rinvio del portiere avversario Venier.

Il 5° gol degli ospiti porta la firma di De Vivo su ripartenza in inferiorità numerica dei padroni di casa che nel frattempo assediano la porta degli avversari.

Il terzo gol arancio nero arriva ancora con il portiere di movimento, al 18’30”. L’autore è proprio Zakouni che si è speso moltissimo.

A pochi secondi dalla fine Mazzon porta a 6 i gol del Villorba che al Franchetti intasca una vittoria preziosissima.

Per il Città di Mestre un sabato da dimenticare non solo per il risultato, ma per il volto ben poco sportivo che ha preso la partita nel secondo tempo.

Per Michele Frizziero la prossima sarà una squadra da inventare con tre giocatori importanti come Sannino, Saviolo e Ouddach (era diffidato) squalificati e con Alex Bellemo fuori per l’infortunio.

L’avversario, in trasferta, sarà Miti Vicinalis che vincendo si è portato a ridosso degli arancioneri di una lunghezza.

La partita sembra proprio uno spareggio per i play off…

Updated: 22 luglio 2017 — 17:08
Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità