Storia

La storia del Città di Mestre calcio a 5 nasce ufficialmente il 12 maggio 2005, quando un gruppo di amici (Marco Chiozzotto, Cristiano Scussat, Andrea Moscarella, Stefano Goldoni e Mario Boscalia) decide di iniziare una nuova avventura sportiva.
Provengono tutti dal calcio a 11 e, per tale motivo, vista la militanza dei primi tre (Chiozzotto, Scussat e Moscarella) alla squadra dell’A.C. Malcontenta, che nella stagione sportiva 2014/2015 partecipa al campionato FIGC di Seconda categoria, decidono, a giugno 2005, di registrare la squadra nell’albo delle società sportive del comune di Venezia con il nome di Malcontenta C5.
Marco Chiozzotto, di quella new entry del calcio a 5, riveste la doppia carica di capitano, sul campo, e di  Presidente della società.
Le prime esperienze e i primi successi risalgono, per la verità, ai tornei del Redentore di Malcontenta svolti dal 1999 al 2004, ma solo da ottobre 2005 la squadra partecipa per la prima volta al campionato CSI provinciale di Venezia e, negli anni successivi, arrivano le prime vittoriedue coppe “fair play” nazionale (2007 e 2011), un titolo  regionale (2011) e due titoli provinciali (2007 e 2009).
A partire dal campionato 2007/2008, si iscrive anche al campionato di serie D della FIGC calcio a 5 e, sotto la guida di Mr Alessandro Busso, dopo due stagioni da vertice (2007/2008 vittoria playoff provinciali e 2008/2009 vittoria playoff provinciali e mancata promozione in C2 per differenza reti)

nel campionato 2009/2010 riesce a centrare la promozione in serie C2 collezionando 24 vittorie, 4 pareggi e nessuna sconfitta. Al campionato, vinto in quella stagione davanti al Bissuola, si aggiunge anche la conquista della Coppa Venezia di categoria.

Nella stagione 2010/2011, in serie C2, il cambio di categoria si fa sentire e culmina, con rammarico, con una sofferta retrocessione.
Nella stagione 2011/2012, ripescata, la squadra partecipa ancora al campionato di serie C2, centrando la salvezza. I risultati non cambiano nemmeno nel campionato successivo, 2012/2013, conclusosi con i punti sufficienti a mantenere la categoria.

Il salto di qualità arriva con la stagione 2013/2014: la società cambia denominazione sociale nell’attuale Città di Mestre e, sotto la direzione di Mr Davide Campagner e del nuovo Direttore Sportivo Mariano Bidoia, trionfa in campionato e vince anche la Coppa Veneto di categoria. E’ una stagione esaltante, in cui si pongono le basi per le stagioni future che regaleranno ai tanti tifosi arancioneri altre gioie e trofei.

 

Nella stagione 2014/2015, al primo anno di partecipazione al campionato di serie C1, la squadra, sempre sotto la guida di Mr Campagner, si piazza al terzo posto in campionato, partecipa e vince prima i play off regionali e, successivamente, quelli nazionali e regala alla città la prima storica promozione in serie B nazionale. Dulcis in fundo, vince anche la Coppa Italia di Categoria (fase regionale).

Nella stagione 2015/2016, si parte ancora con il piede giusto. A settembre, la squadra, neopromossa in serie B nazionale, conquista la Supercoppa Veneto battendo, nel girone a tre, sia il Gifema che la Fenice Veneziamestre. In campionato, invece, si raggiunge una tranquilla salvezza piazzandosi all’ottavo posto.
Da ricordare la grande stagione della squadra CSI eccellenza, che conquista il titolo di campione del Veneto.

Nella stagione 2016/2017, al secondo anno di militanza nel campionato nazionale di serie B, la squadra, affidata a Mr Michele Frizziero, si piazza al sesto posto sfiorando la qualificazione ai play off. Il rammarico è tanto… L’ambito traguardo  viene raggiunto da un’altra società che, grazie a una vittoria a tavolino, scavalca di un punto il Città di Mestre in classifica aggiudicandosi l’ultima piazza disponibile.
Degni di nota, in questa stagione sportiva, sono anche la conquista della Coppa Veneto fair play da parte della squadra CSI eccellenza e la crescita numerica e qualitativa del settore giovanile.

Nella stagione 2017/2018 si partecipa per il terzo anno consecutivo al campionato nazionale di serie B.
Anche in questa stagione si sfiora la qualificazione ai play off e ci si piazza al sesto posto con 32 punti.

Nella stagione 2018/2019 la società interviene massicciamente sul mercato e consegna a Mr Frizziero una squadra competitiva, pronta a puntare almeno ai play off, vera e propria chimera per la società arancionera. I risultati purtroppo non arrivano e le aspettative dei tifosi vengono deluse. Mr Frizziero viene esonerato e nemmeno il suo sostituto, Mr. Diego Giacon, riesce a guidare la squadra a raggiungere il traguardo dei play off. Si finisce con tanta amarezza al sesto posto.

Dopo la deludente stagione 2018/2019, quella successiva, 2019/2020, parte con i migliori auspici.
Dal punto di vista societario, il Città di Mestre C5, da Associazione Sportiva Dilettantistica (ASD), diventa Società Sportiva Dilettantistica a Responsabilità Limitata (SSD arl).
La squadra, grazie al lavoro svolto dal Presidente Marco Chiozzotto e dal Direttore Sportivo Mariano Bidoia, viene rivoluzionata: sotto la direzione di Mr Antonio Candeo, scelto per la sua grande esperienza e competenza sul campo, ma anche per le grandi doti umane, riesce a plasmare una compagine solida, concreta, capace fin da subito di imporre il proprio gioco e dominare il girone C del campionato di serie B nazionale. I numeri sono esaltanti: undici punti di distacco dalla seconda in classifica (Sporting Altamarca) a cinque giornate dalla conclusione del campionato; miglior difesa rispetto a tutte le 91 squadre che partecipano, suddivise in otto gironi, al campionato nazionale di serie B nazionale; primi assoluti nella classifica della Coppa Disciplina di categoria.

Città di Mestre SSD arl Calcio a 5 © 2016 Sito web by Prato Pubblicità